Danza Florida N°1 di Juan Trigos Ruanova A Nuestra Señora de Guadalupe

DANZA FLORIDA N. 1 (1989-90)
For solo piccolo
This piece is an excerpt from a larger work, being the first part of a trilogy for solo flute (namely, piccolo, flute in G and flute in C), dedicated to Gian Luigi Nuccini.
The first piece for piccolo draws its inspiration from the celebrations in honor to the Virgin of Guadalupe. It deals not merely with the religious ceremony, but with the festivity as a whole: the church, the square, the people. A sort of emotional drunkenness is achieved in the piece through the careful separation of registers, and the creation of zones having different densities within the same formal sequence. Towards the end, a complete sonorous hypertrophy is reached when simultaneous actions practically fill up the entire range of the instruments, and the rhythmic figures assume the shape of an “obsessive and breathless, seething swarm”. The resulting effect is all the more impressive when, according to the composer’s notation, the piece is executed inside a church. The sampling of the feet and the rattling, actually, written in the score, serve to fulfill the idea of a dance by allowing the performer (and with him the audience) to join vividly in the “music celebration” that this work embodies.

MI PRESENTO…

CURRICULUM GIANLUIGI NUCCINI

Gianluigi Nuccini si diploma in flauto a La Spezia presso il conservatorio “Niccolò Paganini” nel 1983.  In seguito studia e si perfeziona in diversi ambiti didattici con S. Gazzelloni, D. Gulli, C. Klemm, M. Larrieu, M. Ancillotti, R. Fabbriciani, R. De Reede. Nel 2007 si diploma in musica elettronica con il massimo dei voti presso il conservatorio “G. Verdi“ di Milano.

Suona con diverse formazioni cameristiche e orchestrali, ma soprattutto si rivolge al repertorio contemporaneo e ai nuovi linguaggi musicali, al punto che compositori e artisti sonori italiani e stranieri gli dedicano brani per flauto, ottavino, flauto in sol e flauto basso, anche con live electronics. Come solista suona in diverse città italiane e, all’estero, in Francia (Parigi), Austria (Salisburgo), Svizzera (Berna e Lucerna), Olanda (Rotterdam e Amsterdam) e Messico (Città del Messico).

Nel 1991, a Rotterdam, in Olanda, dopo 15 anni in cui l’Italia non viene rappresentata, risulta l’unico italiano finalista al concorso di musica contemporanea “International Gaudeamus Interpreters Competition”, con un repertorio per flauto e ottavino soli. Nel corso della prova finale, suona al conservatorio di Rotterdam e registra per la radio nazionale olandese. Incide come solista due CD, con musiche dedicategli dai Maestri Juan Trigos Ruanova e Rolando Lucchi. Nel 2001 si laurea con lode in lettere ad indirizzo storico con una tesi sulla cappella dei cantori del duomo di Vercelli, presso l’università statale “Amedeo Avogadro” del Piemonte orientale. Attualmente collabora con il Maestro Yuval Avital e diverse Istituzioni musicali. Dal 2010 insegna tecnologie musicali e dal 2012 anche flauto traverso, al liceo musicale “Carlo Tenca “ di Milano.